Ciak si parla: rassegna rimandata a data da destinarsi

Ci duole informarvi che, a seguito del nuovo DPCM del 24/10/20 in merito alla situazione COVID-19, nostro malgrado siamo costretti a rimandare la rassegna a data da destinarsi.

La nuova normativa, valida fino al 24 novembre 2020, comporta di fatto il blocco di quasi tutte le date. Considerando l’incertezza del protrarsi di detta situazione, non avendo nemmeno la certezza di potersi effettuare nemmeno l’incontro del 25/11/2020, abbiamo preferito rimandare l’intera rassegna quando ci saranno le condizioni per poterla seguire con la regolarità che merita.

Vi terremo informati sulle nostre iniziative e sulle nuove date appena possibile.

Vi ricordiamo che abbiamo attivato un nuovo canale su Telegram “Associazione Terra Donna” tramite cui potrete rimanere aggiornati, oltre che FB e il nostro numero di telefono 346 7499771

A presto!

21/10/2020 per Ciak si parla: Magdalene

 

Era il 1964, in una Dublino dove le ragazze giravano in minigonna e capelli cotonati, l’anno in cui  barbare istituzioni come i conventi Magdalene, con la complicità delle famiglie, ancora rinchiudevano queste giovani ragazze colpevoli di essere state violentate, di avere figli senza essere sposate o semplicemente di aver scambiato due parole in più con qualche coetaneo

 

Per info: www.terradonna.org—mail terradonna@tiscali.it—tel 346 74 99 771

Ingresso con offerta libera partire da 20 euro inclusivo di tutte le serate

 

Ciak si parla 2020:

Inizierà mercoledi 14 ottobre 2020 con Libere, disobbedienti, innamorate (2016) la rassegna Ciak si parla che dal 2014 l’associazione Terra Donna propone ormai in autunno per sensibilizzare su temi come il contrasto sulla violenza di genere, la discriminazione e le pari opportunità.

Anche quest’anno gli appuntamenti saranno complessivamente sette. A seguire il 21/10 Magdalene (2002), poi 28/10 Caramel (2014), 4/11 Le invisibili (2019), 11/11 Un altro me (2018), 18/11 Non sono un uomo facile (2015) e infine il 25 novembre, giornata internazionale contro la violenza sulle donne, L’amore rubato (2016). Le proiezioni si terranno presso l’Unione Montana delle Valli dell’Ossola in Via Giuseppe Romita 13 a Domodossola alle 20.45.

L’ingresso sarà ad offerta libera a partire da 20 euro per l’intera rassegna. Il ricavato verrà utilizzato in progetti di sensibilizzazione e sostegno alle donne vittime di violenza.

Dietro le quinte: alla scoperta dei servizi antiviolenza

Ciak si parla 2019! conclude il suo ciclo il 25/11/2019 con “Dietro le quinte” a Domodossola, ore 20.45 presso la  Cappella Mellerio.

In occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne,      Terra Donna chiama insieme a voi il 1522 e va                DIETRO LE QUINTE   del mondo scoprendo l’anima, la capacità, il lavoro, la passione di chi ascolta la voce di chi vive ogni giorno prigioniero della violenza.

Introdotte da “Le poesie che non avrei voluto scrivere”  di Tiziana Zaccariaavremo l’occasione di ascoltare e confrontarci con l’esperienza di chi lavora ogni giorno “dietro le quinte” per aiutare le vittime di violenza. 

Ospiti relatori della serata saranno:

Isp. Sup. Russomando Silvia referente Camper Rosa VCO (Polizia di Stato)

Simonetta Valterio referente Centro Antiviolenza VCO (servizio Giù

Le mani Coop. La Bitta )

Maresciallo Maggiore Magliocca Marcello e Maresciallo Anna Cortesi (Arma dei Carabinieri)

Dott. Liliana Maglitto  (Coordinatrice equipe violenza; Dirigente Professioni Sanitarie Ospedali),

Dott. Maggiola Alessia (Referente equipe violenza; Coordinatrice DEA Domodossola),

Dott. Laura Irico (Referente equipe violenza; Coordinatrice DEA Verbania)

 

 

Ciak si parla: “The danish girl” martedi 19/11/2019

Copenhagen, primi anni ’20. Il pittore Einer Wegener viene convinto dalla moglie Gerda Wauda, anch’ella artista, a posare per lei in abiti femminili.

Gradualmente Einar comincia a prendere coscienza del fatto di essersi sempre riconosciuto nel sesso opposto, nonostante abbia sempre tentato di nasconderlo a se stesso e alla società; comincia perciò a lasciarsi sempre più spesso dietro i panni maschili per essere Lili.

Spinto da ideali femministi e supportato dalla moglie, Elbe si avvierà alla trasformazione in donna, sottoponendosi ad un intervento chirurgico di riassegnazione sessuale, divenendo uno dei primi transgender della storia. 

 

Ciak si parla: Angeli d’acciaio – martedi 12/11/2019

“Angeli d’acciaio ”, film di  Katja von Garnier, è basato sulla vera storia delle donne statunitensi che agli inizi del Novecento hanno lottato duramente per ottenere il diritto di voto, mettendo a rischio la propria vita pur di vedere realizzato il loro sogno e quello di tutte le donne. 

Alice Paul è una storica femminista, una delle prime suffragiste che ai primi del Novecento si batte negli Stati Uniti per il voto alle donne, una coraggiosa attivista che insieme a Lucy Burns crea e dà impulso al movimento rischiando la vita in prima persona.

Durante un pacifico corteo che si sviluppa nel cuore della città alcuni uomini, contrari ai diritti delle donne, le assalgono facendone finire un centinaio in ospedale.

Le suffragette continuano nelle loro proteste ma seguono momenti difficili, il movimento va avanti da anni, sono molto stanche, ma tutte insieme decidono che è giusto continuare a lottare ad ogni costo per qualcosa in cui si crede veramente.

Nel 1920 viene finalmente concesso il diritto di voto.

Molte donne hanno sofferto, una donna è morta, ma nulla è stato fatto invano, quelle donne hanno dato a sé stesse e alle altre la libertà di cui hanno pienamente diritto.

 

Ciak si parla “La siciliana ribelle” – martedi 5/11/2019

Ha pochi anni e tanti sogni Rita, figlia di Don Vito Mancuso, mafioso ucciso dalla mafia il giorno della sua prima comunione.

Disperata per la scomparsa del padre, amato e rispettato in famiglia e in paese, ha deciso di vendicarne la morte e l’onore.

Scoperto il mandante dell’efferato omicidio e trattenuta a stento dal fratello maggiore, Rita rimanda per sei anni la rappresaglia contro Don Salvo. Sei anni in cui osserverà e annoterà sui suoi diari ogni movimento dell’uomo e dei suoi scagnozzi. Ma la morte improvvisa del fratello, pugnalato barbaramente, la scopre sola e vulnerabile.

Minacciata dagli uomini di Don Salvo si reca a Palermo per denunciarli tutti al procuratore antimafia.

Braccata dai mafiosi e protetta dallo Stato, Rita smetterà di essere un’adolescente spensierata e scoprirà la differenza tra vendetta e giustizia.

Ciak si parla: “Calendar Girls” martedi 29/10/2019

Cosa succede quando un gruppo di ultracinquantenni decide di posare senza veli per beneficienza?

Questa è la storia di Calendar Girls: ispirata ad una storia vera avvenuta nel ‘99 in un paese delle valli di Yorkshire Dales.

Le protagoniste sono un gruppo di donne la cui unica attività è far parte del Women’s Institute, un’istituzione femminile nata nel 1915, oggi è la più grande organizzazione di volontariato delle donne nel Regno Unito, che difende la tradizione e le buone maniere, oltre che occuparsi di raccolte fondi per beneficenza…

Il mondo del volontariato è fatto di persone che dedicano il loro tempo agli altri. Spesso abbandonati dalle istituzioni, colmano quei vuoti, di cui dovrebbe farsi carico l’intera società, dedicando molto delle proprie energie agli altri. Un mondo da scoprire in cui ognuno di noi può dare e ricevere tanto.