Ciak si parla “E ora dove andiamo?”

20 novembre 2018, presso la Cappella Mellerio di Domodossola, alle ore 2045, Terra Donna presenta E ora dove andiamo? regia di Nadine Labaki,

 

In un paese in una zona montuosa del Medioriente la piccolo comunità è divisa tra musulmani e cattolici. Se gli uomini sono spesso pronti alla rissa tra opposte fazioni le donne, tra cui spiccano le figure di Amale, Takla, Yvonne, Afaf e Saydeh sono invece solidali nel cercare di distogliere mariti e figli dal desiderio di trasformare i pregiudizi in violenza.

Ciak si parla ” La battaglia dei sessi”

Martedi 13/11/2018 alle 2045 in Cappella Mellerio a Domodossola, “La battaglia dei sessi” (2017), regia di Jonathan Dayton, Valerie Faris.

Nuove generazioni di donne godono di importanti diritti. Diritti acquisiti, sociali e umani, che gli permettono di realizzarsi secondo scelte personali. Ma non è stato sempre così e non è ancora pienamente così. La battaglia per la parità di trattamento dei sessi è tutt’altro che conclusa.

Billie Jean King, tennista californiana e campionessa in carica, combatte per ottenere, a parità di mansioni, la stessa retribuzione dei colleghi. Ma al debutto degli anni Settanta le cose non sono così semplici.

 

Ciak si parla presenta “Tra la terra e il cielo” (2015)

Il 6 novembre 2018, Terra Donna vi aspetta alle 20.45 presso la Cappella Mellerio di Domodossola con il film “Tra la terra e il cielo” (2015).

Regia di Neeraj Ghaywan, è un racconto ambientato 

 a Varanasi nella Valle del Gange, la città sacra degli indù, dove si mescolano diversi tipi di personaggi tormentati dalle pressioni sociali, tra tradizione e modernità.

La vergine giurata

Martedi 30 ottobre 2018, Terra Donna presenta  Vergine giurata” (2015):  lungometraggio d’esordio di Laura Bispuri, già David di Donatello per Passing Time e Nastro d’Argento per Biondina, esplora il tema dell’identità, non solo di genere, attraverso immagini essenziali, e allo stesso tempo rigogliose.

Hana, orfana albanese, viene accolta in casa da Gjergi, un montanaro con moglie e una figlia più o meno dell’età della ragazza, Lila. Ma la cultura arcaica che abita quelle regioni, seguendo il severo codice del Kanun, mortifica e reprime il femminile, e Hana si ritrova a compiere una scelta drastica: diventare una vergine giurata, ovvero giurare verginità eterna e assumere un’identità maschile.

 

Ciak si parla presenta “Pietro”

Il 23 ottobre, per Ciak si parla, dalla regia di Daniele Gaglianone: “Pietro” (2010).

Pietro abita con il fratello tossicodipendente  e si guadagna da vivere distribuendo volantini, il suo leggero ritardo mentale lo mette al centro dell’irrisione degli amici del fratello per i quali si esibisce in imitazioni surreali. Un giorno Pietro conosce una ragazza che è stata assunta per fare il suo stesso lavoro e qualcosa nella sua vita sembrerebbe cambiare.

 

 

Ciak si parla “Boys don’t cry”

Martedi 16 ottobre 2018, Cappella Mellerio, ore 20.45, per la rassegna Ciak si parla:  Boys don’t cry” (1999). Regia di  Kimberly Peirce.

Una storia difficile e vera, quella della ragazza Teena Brandon, che vive e ama da ragazzo.

A presentarci questo mondo sarà Stefano Salerno, presidente dell’associazione Arcigay Nuovi  Colori.

Ciak si parla “Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto”

Cosa sono gli stereotipi? Cos’è la discriminazione? Cosa succede quando ad uccidere una donna è il capo della polizia? Come e perché l’abito fa il monaco?

Queste sono le domande con cui Terra Donna aprirà la quinta edizione di Ciak si parla. Primo di sette film ci introdurrà nel mondo della discriminazione, tema portante della rassegna 2018. Vi aspettiamo martedi 9 ottobre alle ore 20.45 presso la Cappella Mellerio in Piazza Rovereto a Domodossola.

 

Ciak si parla 2018

Ciak si parla quest’anno si svolgerà ogni martedi a partire dal 9 ottobre ore 20.45 presso Cappella Mellerio, il tema portante sarà quello della discriminazione.

La rassegna si aprirà con “Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto”, a seguire “Boys don’t Cry”, “Pietro”, “Tra la terra e il cielo”, “Vergine giurata”, ” La battaglia dei sessi“ per finire con “E ora dove andiamo?” .

Per la chiusura, in occasione del 25 novembre 2018, giornata mondiale contro la violenza sulle donne, la compagnia teatrale  I Saltatempo  reciterà per noi “Il paradiso può attendere” presso il Teatro Galletti di Domodossola.

Il 23 e il 24 novembre faranno da corollario due eventi in collaborazione con il Servizio Giù le mani in particolare si parlerà di un progetto lavorativo per le donne vittime di violenza e di una mostra, entrambi gli incontri si terranno presso la comunità montana di Domodossola.

Ciak si parla 2017 inizia!

Martedi 17/10/2017 inizia Ciak si parla alle ore 20.45 presso la Cappella Mellerio in Piazza Rovereto a Domodossola

.

Quest’anno il nostro ricco programma si compone di 6 film che hanno come protagoniste donne che con la loro forza, intelligenza e coraggio hanno portato grandi cambiamenti nel mondo.

Il primo film è dedicato a Malala Yousafzai, la più giovane vincitrice di sempre del Premio Nobel per la pace, che lotta perchè il diritto allo studio sia di tutti.

Il 24/11/2017 con Il diritto di contare, scopriremo la storia dell’afroamericana Katherine Johnson, scienziata e fisica che collaborò con la NASA, sfidando razzismo e sessismo.

Il 31/10/2017 andrà in scena  la vera storia di Kim Baker, romanzata nel film Whiskey Tango Foxtrot , reporter di guerra in Afganistan. Dove l’orrore bellico diventa merce, come tutto, la protagonista imparerà a osservare con occhi diversi questa terra ricca di fascino e di contraddizioni.

Il 7/11/2017 la protagonista sarà Benazir Bhutto, prima donna a ed essere eletta primo ministro in un paese musulmano, colei che aveva capito che “la democrazia è la miglior vendetta”, cambiando il Pakistan e il mondo.

Il 14/11/2017 sarà la volta di Aung San Suu Kyi, nel film The lady- l’amore per la libertà, premio Nobel per la pace grazie alla sua lotta per la pace e la democrazia.

Il 21/10/2017 Ciak si parla si concluderà con Violette Leducscrittrice femminista amica di Simone De Beauvoir, che sfidò la censura con romanzi in cui si parlava apertamente di aborto, sesso e omosessualità femminile.

Come ogni anno, la proiezione è riservata ai soci ma ci si può tesserare all’ingresso al costo di 10 euro.

Vi aspettiamo numerosi!

 

 

 

Concorso Cortometraggi Ciak si parla 2017

Pochi partecipanti, rimandato l’evento

Ringraziamo innanzitutto coloro che, nei termini previsti dal concorso, hanno fatto pervenire i propri video. Purtoppo, a causa della scarsa adesione all’iniziativa, proposta dall’associazione per l’edizione 2017 di Ciak si parla, Terra Donna ha deciso di slittare l’evento del concorso al 2018. Non appena possibile renderemo pubblica la data dell’evento.  I cortometraggi già consegnati verranno  comunque ammessi automaticamente.