Ciak si parla 2017 – Prorogati i termini di presentazione dei cortometraggi

Ancora pochi giorni per presentare il tuo corto per Ciak si parla 2017?

Sei in ritardo? Ancora in vacanza? Se vuoi partecipare con il tuo cortometraggio a Ciak si parla 2017, sappi che abbiamo  prorogato la scadenza al 30/09/2017! L’annuale evento “Ciak si parla”, si terrà fra ottobre e novembre 2017 e, se hai meno di 20 anni, puoi partecipare anche tu. Scegli un tema: la violenza di genere, domestica, fisica, assistita, sessuale, psicologica, verbale, stalking, molestie, maltrattamento, bullismo e violenza cybernetica, discriminazione, immigrazione e xenofobia. Prepara il tuo video da 10 a 25 minuti. Il team che vincerà lo premieremo con 20 ingressi omaggio al cinema e i primi 3 video classificati verranno trasmessi da VCO Azzurra TV!

Consegna il tuo lavoro presso CST di Domodossola, in Via Canuto, 12 entro il 30/09/2017.

Maggiori info www.terradonna.org tel 346 7499771

Corso volontari Articolo Tre: parliamo di discriminazione

Sabato 10 giugno 2017, alle 14:30 presso il CST Vco di Verbania, Simona Pedroli, presidente dell’associazione Terra Donna, affronterà le tematiche di Genere, pregiudizi, pari opportunità, diritti umani nel corso base per volontari Articolo Tre  organizzato dalle associazioni Agedo Verbania, Arcigay Nuovi Colori Onlus e Rompere le Catene. Il corso è aperto al  pubblico. Un ottimo esempio di collaborazione per abbattere insieme il muro della discriminazione.

Violenza di genere: più vicina di quanto pensiamo

 Domani, 9 giugno 2017, alle ore 21 presso Sala Polivalente di Piazza Barozzi, Terra Donna sarà presente all’incontro sulla Violenza di genere  organizzato a Bee dalla Pro Loco locale. Siamo lieti di come associazioni  locali si dimostrino sensibili ai temi della violenza di genere, molto più di quando abbiano fatto le amministrazioni Comunali del VCO,  e contribuiscano attraverso lodevoli iniziative, a diffondere conoscenza sia rispetto al tema sia rispetto ai servizi presenti sul territorio. Alla serata parteciperanno anche rappresentanti dello Sportello Donna Provinciale, del servizio “Giù le mani”, CISS e forze dell’ordine: insieme, ognuno con il proprio contributo possiamo fare tanto!

8/3/2017 Giornata della donna

L’8 marzo è una giornata per ricordare le lotte delle donne , le loro conquiste, i loro diritti altrimenti non riconosciuti. Nulla è accaduto per caso ma con fatica . L’anno Internazionale delle donne fu dichiarato nel 1975 e nel 1977 l’ONU rese ufficiale la data dell’8 marzo come giornata celebrativa. 40 anni fa!

Il cammino delle donne è stato (ed è  ancora ) molto lungo e pieno di cortei, manifestazioni, proteste, tutti volti ad ottenere i propri diritti e parità senza alcuna discriminazione.

Ancora oggi le donne sono costrette a protestare contro la  disparità e la violenza.

L’8 marzo di quest’anno è una giornata di sciopero in moltissimi Paesi nel mondo, dunque ancora proteste contro la discriminazione e la violenza.

Si inviano via e-mail o sms auguri o arrivano fiori (sempre graditi), si dice “buona festa” ma le donne non hanno mai smesso di lottare, di dire a gran voce le loro proteste. In una parola il cammino non è finito, allora chiamiamola “giornata della donna “ , non chiamiamola più festa.

Carla de Chiara

Associazione Terra Donna: uno striscione per aiutare le donne vittime di violenza

Dopo l’incontro proposto dalla ns associazione in data 05/03/2016 “Insieme per un aiuto concreto alle donne vittime di violenza”, dove abbiamo proposto a tutti i Comuni del VCO di aderire ad un ODG contro la violenza sulle donne, a settembre 2016 abbiamo proposto agli stessi Comuni di aderire al nostro progetto di diffusione dei numeri dei servizi antiviolenza, anche attraverso l’esposizione permanente di almeno uno striscione delle misure indicative di 80cm. x 200 cm.
Simili iniziative, dove tali numeri erano esposti in luoghi altamente frequentati, hanno sempre portato ad un aumento dei contatti sia ai servizi antiviolenza che di denunce alle forze dell’ordine. Al momento, purtroppo, ha aderito a quest’ultima nostra iniziativa solo il Comune di Montecrestese mentre l’ODG era stato approvato solo dai Comuni di Montecrestese, Domodossola e Villadossola sugli oltre 70 Comuni del VCO invitati.
Oggi, alle luce dell’ultimo femminicidio, non possiamo fare a meno di pensare quante donne avrebbero potuto salvarsi dalla violenza dei propri compagni se solo avessero saputo a chi rivolgersi.
Ci auspichiamo che l’esempio dei Comuni più sensibili al tema venga seguito da tutti gli altri e che, finalmente, si possa fermare questa spirale di violenza.